Translate

Benvenuti.

Notizie, commenti e riflessioni su " l'Italia che non si vergogna, con la testa nell'elmo di Scipio, va alla gogna. " Blog che nasce dalla volonta ed esigenza dell'autore di dibattere e confrontare la propria visione di mondo e società con quante più persone, motivo per cui sono molto graditi i commenti.

2010/04/16

Da Religione a Movimento

Già nel 1795 Hegel parlava del tradimento da parte della Chiesa del messaggio di Cristo,
e della necessità di una nuova religione fondata su un messaggio d'amore (Positività della Religione Cristiana)

Da allora, la Chiesa è andata sempre peggiorando,
diventando sempre più istituzione di potere politico arrivando nei primi del '900 ad allearsi o a sostenere i fascismi di tutta europa che promettevano di salvaguardare
i privilegi economici e politici ecclesiastici contro i partiti socialisti e comunisti che si andavano creando ed espandendo.

Anche oggi, nel 2010, la Chiesa è ancora pronta a porre in secondo piano
i valori e i principi Cristiani di AMORE, FRATELLANZA, PACE e UGUAGLIANZA
per difendere i propri interessi.

Una Chiesa che è giustifica e avalla la pena di morte verso gli omosessuali,
perchè altrimenti, potrebbero potrebbero minacciare i "valori della famiglia cristiana" chiedendo più diritti (come di sposarsi) e rispetto.

Una Chiesa che SCOMUNICA i medici che fanno abortire una BAMBINA che
dopo uno STUPRO è rimasta in cinta, ma non lo STUPRATORE.

Una Chiesa che per difendersi dalla accuse di pedofilia, DIFENDE HITLER giustificando l'olocausato perchè dovuto ai comportamenti degli ebrei.

Una Chiesa, che per difendere i propri interessi, durante le elezioni,
si schiera con un partito come la LegaNord che punta tutto sull'odio la paura e il disprezzo dell'altro, del più debole del "diverso".

Marx aveva ragione quando descriveva la RELIGIONE come "l'oppio dei popoli",
come "il sospiro della creatura oppressa" dalle ingiustizie.
La religione costituita da dogmi, regole e divieti assoluti, è ciò che sostiene la Chiesa,
quella Chiesa che ha portato alle crociate, alle persecuzioni, alla tortura e alla morte
di migliaia di persone nelle mani della SANTA INQUISIZIONE.
La Chiesa che ha sostenuto e incoraggiato i Conquistadores
e la "civilizzazione e cristianizzazione" dei popoli del SudAmerica che ha portato al massacro di migliaia di persone e alla distruzione di un patrimonio culturale immenso.







Quello che servirebbe è una nuova organizzazione,
un'istituzione NON POLITCA ed ECONOMICA
che ponga al centro la FEDE, anzichè la religione.
Che torni ad ispirarsi al messaggio CRISTO, che ritorni ad AGIRE come Cristo.
Che si occupi di coloro che nel nostro mondo,
dove regnano il capitale e l'egoismo,
sono abbandonati a se stessi, disprezzati e senza aiuto.
Perchè la FEDE è ciò che muove e ha mosso, uomini e donne come
DON MILANI, MADRE TERESA, DON PUGLISI, DON CIOTTI, DON GALLO e tantissime altri che ogni giorno lottano e vivono NELLA e PER la GENTE lontane dallo sfarzo, dal potere e dalla politica del Vaticano.

Un esempio di movimento fondato sulla FEDE viene
dalla TEOLOGIA della LIBERAZIONE che è attivo in SudAmerica, dovei temi sociali, le lotte per i diritti e la dignità degli uomini sono questioni vive e accese.

Un BELLISSIMO e COMPLETO articolo su questo movimento
è presente sul Blog "Senor B(A)BYLON" di Andrea Intonti.
Quelli che pubblicherò ora, sono alcuni estratti ma vi invito vivamente
a leggerlo tutto con attenzione.

"Perché nasce la Teologia della liberazione?
Innanzitutto, come ci suggerisce il nome stesso, trattandosi di una Teologia è un discorso su Dio e sulla sua natura, la quale pone come basi fondanti due considerazioni:
a) il suo percorso, la sua possibilità di presa sulle coscienze dipende esclusivamente dal contesto socio-culturale nel quale si esprime;
b) assume come punto di partenza la situazione degli oppressi, che vengono assunti a “luogo teologico” (cioè la prospettiva dalla quale partire per costruire un discorso su Dio).
Già da questi due punti si intuisce facilmente la visione di un Dio positivo, di un Dio giusto posto contro le disuguaglianze e le ingiustizie..."
"Abbiamo detto che oltre ad essere pratica religiosa, la TdL è anche – e forse soprattutto – pratica socio-politica, alla quale è strettamente legata la sua stessa ragion d'essere...
L'adozione di una lente di focalizzazione di natura marxista deriva dalla critica stessa che la TdL rivolge(va) alla società capitalistica nella quale si trova(va) e, dunque, anche alle strutture portanti che la caratterizzavano. Essa metteva – e mette - infatti l'accento non più su una società di “strati” sociali, scollegati tra loro, nella quale ad ognuno è destinato un ruolo senza che questo porti ad un cambiamento in termini positivi della società stessa ma declina la conformazione sociale in termini di “classi” mediante le quali spiegare disuguaglianze ed ingiustizie sociali."



«Molti qui in italia» - dice frei Betto in un'intervista concessa al mensile PeaceReporter - «mi chiedono cosa sarà della nostra Teologia adesso, con Papa Ratzinger. Beh, devo dire che questa cosa ogni volta che vengo in Italia mi sconcerta: voi siete molto vicini al Papa, mentre noi in America Latina siamo molto vicini a Dio. Dovete capire, che molto spesso quello che avviene a Roma non ha molto riflesso nella Chiesa dell'America Latina...E comunque, io non credo che il rinnovamento della Chiesa venga dall'alto, spero arrivi dal basso. Credo che lo Spirito Santo lavori dal basso. L'unica cosa che so è che trent'anni fa era soltanto la Teologia della liberazione che parlava di debito estero, di colonialismo, di neoliberismo, che criticava l'imperialismo, la politica estera degli Stati Uniti».

Già: ad occuparsi di questi temi c'era la Teologia della liberazione...e c'era Che Guevara: «uomo ricco che si è dedicato ai poveri. E non era un credente» - continua frei Betto nella medesima intervista - «Sicuramente, quando il Che è salito al cielo Gesù avrà detto: «Sei il benvenuto. Io avevo fame e tu mi hai dato da mangiare, hai lottato per questo». E lui avrà risposto: «Guarda Signore, io non ero credente, e non ti ho mai incontrato perché non ho mai messo piede in una chiesa». E Gesù gli avrà risposto: «Ogni volta che hai lottato per i poveri, hai lottato per me»».

«
È difficile vivere nella Chiesa, puoi stare vicino al potere del denaro e della politica, alla curia, o puoi stare vicino al Cristo vivente che soffre nel povero e lottare contro il potere che avvilisce l'uomo, che lo riduce alla miseria morale, che lo uccide. Se scegli la prima via, puoi fare carriera e avere una vita piena di soddisfazioni Se scegli la seconda via, la Chiesa ti chiamerà marxista e ti rigetterà. Perché i vertici della Chiesa non sono in mano ai poveri né a chi lotta con i poveri, ma sono in mano ai potenti e a chi tratta con i potenti».[Padre Leonardo Boff]


E' questo ,credo, il cammino per costruire quella nuova "religione"
(anche se come detto, non parlerei di religione) fondata sul messaggio di AMORE, il PERDONO, l'ACCOGLIENZA e FRATELLANZA di Cristo di cui parlava Hegel già 215 anni fa.

Un Saluto,
Max

9 commenti:

Andrea Intonti ha detto...

Ciao Massimiliano,
beh, sarà anche un "piccolo (e non certo alto) pensiero" sulla tua visione, ma a me è piaciuto, anche perché - come credo si intuisca dal mio post (che ti ringrazio di aver riprodotto nel tuo)- è la stessa visione che ho io, per cui non posso che dirmi d'accordo con te. Due cose le voglio aggiungere: a parte fenomenali le due foto del Che e di Gesù Cristo con la maglia di Emergency, io - visto che mi hai detto di "criticarti" eventualmente - correggerei quel "maria teresa" (ti riferivi a MADRE Teresa, giusto?), più che altro perché avendolo scritto in neretto e "gigante" risalta forse troppo l'errore...

Un saluto,
Andrea

cloro ha detto...

No Massimiliano, non sono d'accordo. Per me il cristianesimo va buttato nel cesso in toto e i valori vanno ricreati come se non fossero mai esistiti. Se poi deve tornare qualcosa che torni, ma scientemente il cristianesimo è una religione mortifera, lo è stata da sempre, non solo nella contemporaneità.
Va a vedere Ipazia.
ciao

aurora ha detto...

che schifo! guarda max non so che altro dire: che schifo! mi sono andata a informare sulle cose che hai scritto... già la chiesa non mi stava simpatica, ma dopo quello che ho scoperto! che schifo! come si fa a difendere ideali così totalmente scollegati alla realtà?? certa gente non si rende conto di quello che sostiene. e tra l'altro poi le autorità con le loro idee folli infangano quei preti che lottano quotidianamente per chi ne ha veramente bisogno. sono questi i veri cristiani. ma a noi arrivano solo le uscite assurde dei vescovi fuori dl mondo. che schifo...mi fanno tristezza. difendi una fede, non un dogma.

Simone ha detto...

Ciao Max. Personalmente non riesco ad essere abbastanza arrabbiato quando c'è da criticare la Chiesa. Non sono cattolico, non sono nemmeno cristiano, disprezzo il clero e tante altre cose, ma non riesco a vedere la Chiesa come terminale delle mie riflessioni. Può essere uno strumento del potere, ma non è il potere e il conflitto clericali-anticlericali mi sembra una finta battaglia, un po' come destra-sinistra.

Questo detto la seconda parte del post è illuminante. Il concetto di fede e la vicinanza al Dio spirituale più che all'istituzione terrena che dice di rappresentarlo è una riscoperta della tradizione rivoluzionaria, è non è un ossimoro...

Massimilano ha detto...

@Andrea:
ehmmmm...si,una piccola svista. Grazie :DD

Massimilano ha detto...

@Cloro:
in cosa non concordi?
quello che tu scrivi(ma scientemente il cristianesimo è una religione mortifera, lo è stata da sempre, non solo nella contemporaneità)mi trova in perfetto accordo.
E mi sembra di dirlo chiaramente nel post, quando parlo delle crociate, dei conquistadores e della Chiesa di oggi.

Quello che io sostengo è che debba nascere o ri-nascere un moviemento che abbia alla base quelle idee, quegli ideali di Cristo
(che io ho sempre definito come
il PRIMO SOCIALISTA della Storia) quali l'uguaglianza, la fratellanza, l'aiuto e l'amore reciproco.

E ho voluto riportare un esempio concreto di
"movimento cristiano-marxista"
che io definirei anche solamente come cristiano o socialista dato che non vedo differenza alcuna.
(marxista forse no, perchè Cristo avrebbe certamente rifiutato la soluzione violenta e rivoluzionaria della lotta)

No vedo quindi,
cosa ti spinga a scrivere che
non ti trovi in accordo con tale pensiero.

Un Saluto,
Max

Massimilano ha detto...

@Auro: proprio uno schifo.
ovviamente non posso che concordare con quanto hai scritto.

Max

Massimilano ha detto...

@Simone:
contento di averti offerto uno spunto "illuminante".

Anche per me è stata una piacevole sorpresa scoprire che nel mondo c'è ancora una "Chiesa" che lotta con i poveri, gli ultimi e gli emarginati di questa nostra "civiltà".

Max

cloro ha detto...

x Maxi ti spiego:
Cristo non ha scritto nulla, quel che ci è pervenuto sono biografie (vangeli) e immediate distorsioni del suo pensiero (Paolo di Tarso)

Pertanto: il cristianesimo è già fuorviante nell'origine stessa del suo fautore, figura probabilmente mai esistita e i cui biografi appaiono già intrisi di ideologia di risentimento e schiavitu' mentale intrinseca. Altro che 1° socialista. Meglio la civiltà PAGANA di sta mrd

rimani aggiornato. ricevi via mail i mie nuovi articoli

Libri che consiglio

  • "Gheddafi, Islam Petrolio e Utopia" di Mino Vignolo
  • No Logo di Naomi Klein
  • La Pulizia Etnica della Palestina di Ilan Pappe
  • Un indovino mi disse,Buona notte Sign.Lenin di T.Terzani
  • Il teorema del pappagallo di D.Geudj
  • La fattoria degli animali di G.Orwell
  • Il De Bello Gallico di C.G.Cesare
  • Imperium di R.Kapuscinski
  • I Courtney (il ciclo ) di W.Smith
  • Il mondo di Sophia di J.Gaarder
  • Il codice da Vinci e Angeli e Demoni di D.Brown
  • Harry Potter (tutti) di J.K.Rowling
  • La notte dei desideri di M.Ende
  • La compagnia dei celestini di S.Benni
  • L'ultima Legione e Il Tiranno di M.Manfredi

Wikio

Wikio - Top dei blog